1. Zia Caterina e MILANO 25 Onlus

“MILANO 25” si occupa da 15 anni, e dal 10 maggio 2006 come Onlus iscritta nel Registro tenuto dalla
Direzione Regionale della Toscana delle Agenzia delle Entrate con n. prot. A3/2006/13194 del 19.05.2006, delle persone malate di tumore, con particolare attenzione verso i bambini e gli adolescenti dedicandosi a:
· la loro assistenza sociale sia in caso di degenza ospedaliera sia in caso di cure in day hospital
· fornire loro servizi finalizzati ad arrecare benefici, tra i quali il trasporto gratuito tramite taxi
· fornire prestazioni di carattere erogativo in denaro o in natura a favore di fondazioni o associazioni
non lucrative di utilità sociale che operino a favore di tali malati
· lo svolgimento di attività finalizzate alla raccolta di fondi da destinare in beneficenza promuovere
attività sociali e iniziative di ogni tipo, quali incontri, manifestazioni, convegni, per diffondere la cultura
e l’informazione in materia di malattie croniche
· Prestare servizi finalizzati ad alleviare le sofferenze delle persone affette da malattie croniche ed a
rimuovere le forme di emarginazione sociale rivolte a tali persone.
Ma, in realtà, Milano 25 è più di una semplice associazione; è un vero progetto di vita, quello di Zia Caterina, all’ anagrafe Caterina Bellandi, che dal dolore della perdita del suo compagno per un male incurabile, è riuscita a trovare nell’ amore verso l’altro, la forza per rinascere e testimoniare, giorno dopo giorno, come la vita sia un bene prezioso da celebrare in ogni istante, anche quando il cammino si fa più difficile.
La particolarità di Milano 25 è che, oltre ad essere un’associazione di volontariato, è anche un Taxi vero e proprio, con regolare licenza del Comune di Firenze, che offre il proprio servizio gratuitamente ai bambini con patologie oncologiche accompagnandoli verso le cure ospedaliere, o verso l’aeroporto o la stazione, o anche semplicemente a prendere un gelato durante le pause dalle cure.
Zia Caterina è infatti una tassista a tutti gli effetti che dedica le sue giornate a quelli che lei chiama i suoi
SuperEroi, quei bimbi cioè speciali che si trovano ad affrontare una battaglia, a volte impari, contro un mostro sconosciuto.
Il suo motto è “Con il sorriso si può”, ed è per questo che ha voluto trasformare i taxi di Milano 25 in piccole oasi incantate, dove ogni bimbo che sale si senta catapultato in una dimensione magica, con un tetto che diventa un cielo fatto di nuvole e arcobaleno, con sedili colorati invasi di pupazzi, pelouche, palloncini e caramelle, e con una serie di optional che rendono il taxi accessibile anche a chi ha problemi di disabilità motoria.
L’obiettivo è infatti quello di “alleggerire” in tutti i modi il disagio della disabilità e rendere il viaggio quanto più piacevole possibile, ovunque esso porti. I bambini seguiti da Milano 25, che nella maggior parte dei casi arrivano dal Sud Italia e sono in cura presso il reparto di Chirurgia Ortopedica oncologica del CTO di Firenze o presso il reparto di Neuro-Oncologia Infantile dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, sono infatti affetti principalmente da due tipologie specifiche di tumore, i tumori celebrali e quelli dell’osso, patologie che, oltre ad essere ad alto rischio, causano, nella maggior parte dei casi, delle disabilità importanti.
E così Zia Caterina arriva “a gamba” tesa al fianco di questi bimbi e delle loro famiglie portando, insieme ai colori e ai campanellini, un servizio di amore verso l’altro, che aiuta e supporta nell’affrontare il disagio della malattia di un figlio in una città che non conosci… e allora eccola arrivare all’aereoporto o alla stazione per accompagnare i piccoli SuperEroi al Meyer o al CTO per le visite e le cure, o per accompagnarli, al termine di una chemioterapia, a prendere semplicemente un gelato o a fare un giro sulla giostra.