C'è il Multistars all'Asics Firenze Marathon Stadium: guarda anche il video

 StadiumVenticinque nazioni rappresentate per la gara di prove multiple al maschile e al femminile. E’ il Firenzeatletica Multistars. Torna infatti a Firenze il meeting internazionale di atletica leggera, venerdì 29 (con inizio alle 10 con la cerimonia di apertura), e sabato 30 aprile (conclusione prevista per le 18), quando allo stadio di atletica di Firenze, si gareggerà nella quarta edizione del meeting internazionale Firenze Atletica Multistars. Il meeting dei superatleti e delle superatlete delle prove multiple (il decathlon, la gara delle dieci prove per gli uomini, l’eptathlon, la gara delle sette prove per le donne), il Multistars, si ripropone per la 29esima volta. La grande novità di quest’anno è che si gareggerà sulla rinnovata pista dell’impianto del campo di Marte, dopo il completo rifacimento finanziato da Firenze Marathon per due terzi e da Regione Toscana, con l’assistenza tecnica del Comune di Firenze. Una pista, quella realizzata dalla ditta Polytan, molto performante, l’hanno giudicata gli addetti ai lavori che l’hanno già testata.

Peraltro identica a quella che la stessa ditta ha costruito presso il Centro Federale di Formia. Proprio oggi in occasione della presentazione dell’evento internazionale, avvenuta presso la sala stampa della Fidal Toscana, è stata anche scoperta la targa del renaming dello stadio di atletica fiorentino nel quale si svolgerà l’evento: si chiamerà Asics Firenze Marathon Stadium, stadio dell’atletica dedicato a Luigi Ridolfi. A segnare un’era innovativa per l’impiantistica sportiva cittadina senza per questo rompere con le tradizioni del passato. Firenze Marathon, e segnatamente l’Atletica Firenze Marathon che ha in gestione l’impianto, si è impegnata formalmente a curarne la manutenzione per i prossimi otto anni, altro punto innovativo dell’accordo. Il tutto è stato possibile grazie all’accordo di collaborazione rinnovato per i prossimi cinque anni tra Firenze Marathon e Asics, che coinvolge anche la società di atletica “cugina” del gruppo organizzatore della maratona fiorentina, ovvero l’Atletica Firenze Marathon..

Di certo la pista rinnovata, attesa sin dalla prima edizione del meeting e arrivata in tempi decisamente brevi per gli standard italiani proprio grazie all’innovativa formula di investimento misto pubblico-privato (poco meno dei due quinti di una cifra complessiva superiore ai 500mila euro investiti dalla Regione Toscana, il resto da Firenze Marathon), anche a giudicare dalla starting list del meeting, è stata motivo di richiamo per molte stelle internazionali della disciplina delle prove multiple.


LA PRESENTAZIONE

L’evento e la nuova pista sono state presentate oggi presso la Sala riunioni della Fidal Toscana, adiacente alla pista. “Firenze che ha fatto un regalo all’atletica italiana – ha detto Alfio Giomi, presidente della Federatletica italiana – Questo è il primo intervento in un impianto in Italia realizzato in sinergia tra pubblico e privato. Ringrazio Giancarlo Romiti sentitamente e in modo particolare, perché ci ha creduto. Questo è un impianto caro all’atletica italiana che bisogna far conoscere ulteriormente all’Italia e all’Europa meeting come quello che sta per andare in scena ma anche attraverso manifestazioni istituzionali, che presto arriveranno. Dopo aver ringraziato Asics che ci ha creduto dico che questa è una giornata che indica un nuovo modello di investimento nello sport”.

“Rifare la pista era una delle priorità già all’inizio del mio mandato – ha detto l’assessore allo sport Andrea Vannucci - e sono contento che si sia realizzata in tempi brevi. Firenze saprà anche grazie a questa pista trovare nuove occasioni per farsi apprezzare ulteriormente in Europa e nel Mondo”.
Quando abbiamo saputo che la pista dello stadio di atletica di Firenze aveva bisogno di un rifacimento – ha detto Stefania Saccardi, assessore allo sport della Regione Toscana – abbiamo considerato che ne valesse davvero la pena e non abbiamo esitato ad investirvi duecentomila dei seicentomila euro che avevamo a disposizione. Perché questo impianto oltre ad essere una vetrina internazionale per Firenze attraverso competizioni ed eventi come il Multistars imminente, pensiamo che sia una grande risorsa per tantissimi altri appuntamenti che in questo modo vi potremo organizzare, un investimento a beneficio dei giovani”.


Asics, presente con l’amministratore delegato Luca Bacherotti - si è detta “entusiasta di ufficializzare il prolungamento per altri cinque anni del rapporto di collaborazione con Firenze Marathon e con tutte le manifestazioni sportive ad essa collegate. Il rinnovo della collaborazione porta con se grandi novità, come una sinergia sempre più stretta con la maratona, di cui Asics è diventerà Title Sponsor, nuovi loghi ufficiali sia per l’Atletica Firenze Marathon che per la maratona stessa e la nuova denominazione dello Stadio dedicato ad una delle figure più importanti a livello politico/imprenditoriale sportivo del secolo scorso come Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano”. “Sono rimasto impressionato – ha aggiunto Bacherotti – quando sono entrato oggi nel nuovo stadio. L’auspicio è che oltre ai grandi campioni sia un impianto importante per i tanti giovani che lo frequentano e che lo frequenteranno”.

Gianni Lombardi, presidente del Club 10+7 che da 29 anni organizza il Multistars si è detto “orgoglioso di aver dato la scintilla per spingere a questo investimento”.
Luca Amoroso, per l’Atletica Firenze Marathon, ha invece ricordato la figura del generale Giorgio Cantini, storico presidente della società. “Se fosse qui con noi – ha detto – sarebbe il più entusiasta di tutti per come è stato rinnovato l’impianto, un tempo Stadio Militare, che lui ha visto crescere. Noi andiamo avanti col suo motto: tendere al massimo nel segno del meglio”.

“Partiamo oggi con una nuova vita”, ha concluso Giancarlo Romiti, presidente di Firenze Marathon.
Presenti tra gli altri anche Alessio Piscini, presidente Fidal Toscana, e Michele Pierguidi, presidente del Quartiere 2 di Firenze


IL MEETING: LA GRANDE ATLETICA TORNA A FIRENZE

La grande atletica quindi continua ad avere residenza stabile a Firenze, da quando tre anni fa l’organizzazione della Firenze Marathon, col suo presidente Giancarlo Romiti, accolse l’idea di Gianni Lombardi del Club 10+7 per trasferire la manifestazione dal palcoscenico storico di Desenzano del Garda e trasportarla nella bomboniera dell’atletica che è lo stadio fiorentino.
All’organizzazione collaborano le principali società di atletica fiorentine: Atletica Firenze Marathon, Assi Giglio Rosso, Prosport Firenze oltre al Comitato regionale toscano della Fidal diretto da Alessio Piscini.
Più veloce, più alto, più forte: mettete insieme i tre ingredienti dello spirito olimpico, miscelateli con ingredienti come fatica, tecnica e nervi ed ecco cosa saranno i due giorni consecutivi di gare del prossimo fine settimana.


In realtà, e questa è un’altra novità dell’edizione 2016, le emozioni dell’atletica affolleranno l’Asics Firenze Marathon Stadium per tre giorni consecutivi. Infatti, senza soluzione di continuità, nella seconda giornata di gare si intersecheranno le gare della prima giornata dei Campionati di società Allievi e Allieve, che si concluderanno domenica primo maggio, per l’organizzazione curata dalla Fidal Toscana e dell’Atletica Firenze Marathon.
Le gare di prove multiple saranno valide come seconda prova del Challenge internazionale Iaaf di prove multiple (la terza sarà il 42° Hypo Meeting di Götzis in Austria il 28 e 29 maggio) e per diversi partecipanti come tappa di verifica delle ambizioni in vista dei prossimi giochi olimpici.


IL MULTISTARS DA SEMPRE FUCINA DI CAMPIONI

Il Meeting Multistars è da sempre fucina di campioni internazionali che poi spiccheranno il volo nel firmamento internazionale dell’atletica. Nella prima edizione fiorentina, ad esempio, in campo maschile, vinse il bielorusso Andrei Krauchanka. Nato nel 1986 e già vicecampione olimpico a Pechino 2008, si è poi laureato vicecampione mondiale indoor a Sopot in Polonia l’inverno successivo alla sua vittoria di Firenze con 8390 punti, suo miglior punteggio della stagione, che unito ad altre due buone prestazioni (8380 fatto a Kladno il 9 giungo 2013 e 8314 punti di Mosca l’11 agosto 2013) gli aveva permesso di vincere il Challange 2014, il circuito a tappe in varie città europee.
Due anni fa invece vinse l’olandese Eelco Sintinicolaas, che poi sarà quarto ai Campionati europei di Zurigo.
In campo femminile la vincitrice di due stagioni fa, dello scorso anno Morgan Lake, si è laureata poi campionessa Mondiale juniores a Eugene e con 1,94.

 

I FAVORITI DI QUEST’ANNO
Da tenere particolarmente d’occhio quest’anno il britannico Ashley Bryant, un primato personale di 8141 punti nel 2014, secondo per due volte nelle prime due edizioni fiorentine, nel 2013 e nel 2014. Proverà al terzo tentativo a salire sul gradino più alto del podio.
Così come proverà a ripetersi l’azzurro Simone Cairoli, che lo scorso anno, dopo aver chiuso in testa la prima giornata, aveva agguantato il podio, con 7611 punti che resta al momento il suo primato personale. Di recente è stato secondo al meeting di Reduit nelle Isole Mauritius, nella prima prova del Challenge Iaaf.


Oltrea a Bryant, altri quattro atleti in gara sono accreditati di oltre 8000 punti: su tutti il francese (grande assente nell’edizione scorsa) che punta al minimo di per le Olimpiadi di Rio, Kevin Mayer, campione mondiale juniores 2010 e poi vicecampione europeo a Zurigo nel 2014 (8446 punti di primato personale fatto lo scorso anno), sulla carta il più forte in gara. E ancora, sopra il “muro” degli 8000 in carriera, il neozelandese Brent Newdick (8114, anche se con prestazione un po’ datata) e il belga Niels Pittonmvils (8049). Atteso alla conferma dei progressi registrati lo scorso anno il belga Niels Pittomvils (8049 punti nel 2015).
In crescita anche il tedesco René Strauss (7907 nel 2015) e l’inglese Ben Gregory, che ha vinto i MT.SAC ad Azusa (USA) nello scorso weekend col nuovo personale di 7882 punti. L’olandese Sybren Blok esordisce fra i senior dopo i buoni risultati ottenuti nella categoria junior (4° agli europei junior dello scorso anno Eskilstuna con 7706 punti). Defezione nelle ultime ore invece per i francesi Florian Geffrouais (8174 di personal best) e Gael Querin (8146 punti di primato) che si sono infortunati proprio alla vigilia della gara.


In campo femminile è presente la vincitrice dello scorso anno, la greca Sofia Ifadidou, che vinse con 5900 punti e ha un primato personale di 6113 punti, fatto nel 2015. Sono sei le atlete accreditate di più di 6000 punti con la francese Marisa De Aniceto che ne vanta 6182, la giamaicana Slacia Slack (6141), la nigeriana Uhunoma Osazuwa (6.106), la brasiliana Vanessa Cefer Spinola (6103) così come la neozelandese Portia Bing che ha vinto la scorsa settimana un singolare eptathlon in 45 minuti (7 gare in 45 minuti) a Montpellier con un totale di 5843 punti. Occhio anche alla belga Maudens (seconda agli Europei junior 2015): è attesa a un grande progresso. Le brasiliane Spinola e De Souza cercano conferme in vista delle Olimpiadi di Rio.


GLI AZZURRI IN GARA
L’Italia, oltre a Simone Cairoli, sarà rappresentata da altri tre atleti,dopo la defezione dell’ultimora di Ribolzi. Sono Michele Calvi. Calvi e Cairoli proveranno a fare almeno 7800 punti, minimo di partecipazione per i prossimi Europei in Olanda, come ha sottolineato anche Riccardo Calcini, direttore tecnico della manifestazione. Ci sono anche Roberto Paoluzzi (presente a Firenze per il terzo anno consecutivo) e la giovane speranza, classe ’96, Valentino Arrigoni.

Tra le donne ci sarà Anna Generali, un primato personale di 5.057 punti, in gara anche lo scorso anno come unica atleta italiana. E poi Federica Palumbo (personale di 5385 punti) e Carolina Bocciolini (4210).


GLI EVENTI COLLATERALI

Non soltanto le prove multiple comporranno il menù dell’evento.
Tra gli eventi collaterali, venerdì alle 18.45, ci sarà una gara di lancio del disco maschile con i migliori lanciatori juniores in questo momento in Italia, che avrà tra i protagonisti il beniamino di casa Leonardo Fabbri, fiorentino, portacolori dell'Atletica Firenze Marathon, che si allena tutto l'anno nell'impianto teatro di gara e che gareggerà contro i migliori specialisti azzurri della disciplina. E’ capolista stagionale tra gli Juniores con 57,87. In gara si cimenteranno otto atleti in tutto, affinchè sia avvincente e allo stesso tempo non troppo dispersiva dal punto di vista tecnico. In pedana anche il secondo, terzo e quarto delle graduatorie stagionali di categoria, ovvero Giacomo Marinai dell’Atletica Grosseto Banca della Maremma che proprio sabato scorso a Livorno ha lanciato a 52,25, Alessio Mannucci dell’Atletica Livorno (49,78), Isidoro Mascali del Cus Palermo (49,16), e ancora Folgarini e Vaidanis.

Sempre venerdì un'altra gara di lanci, alle 16.30, quella del lancio del giavellotto femminile assoluto avrà per protagonista un'altra atleta fiorentina, la primatista toscana (primato realizzato lo scorso anno) Eleonora Bacciotti, anche lei tesserata per l'Atletica Firenze Marathon, atleta che ha già preso parte al Multistars a Firenze, in quel caso in gara nell'evento di prove multiple. Con lei, anche in questo caso, il fior fiore delle giavellottiste azzurre assolute, tutte nelle prime dieci posizioni nella graduatoria italiana stagionale: Sara Jemai dell’Esercito, capolista stagionale con 55,50, Zahara Bani, Carolina Visca, Ilaria Casarotto e Sara Zabarino.
Non mancheranno, sia il venerdì sia il sabato mattina, gli eventi riservati agli Esordienti, i piccoli atleti delle società fiorentine co-organizzatrici, Assi Giglio Rosso, Prosport Firenze e Atletica Firenze Marathon.


IL GLORIOSO MEETING DI FIRENZE
Per Firenze quindi ancora una volta, per il quarto anno consecutivo, un evento internazionale di atletica, un ulteriore passo per poter tornare nelle intenzioni degli organizzatori ai fasti del meeting internazionale organizzato negli anni ‘70 e ‘80 da Giuliano Tosi e che vide calcare sulla pista dello stadio allora Comunale, poi Franchi, i più grandi campioni, da Mennea, a Carl Lewis, ad Alessandro Andrei e a Sebastian Coe che vi stabilì il record del mondo sugli 800 il 10 giugno 1981 (primato rimasto imbattuto fino al luglio 1997).  Anche la gara di salto con l’asta del sabato è propedeutica a questo scopo.

 

SUPPORTI ECONOMICI
La manifestazione va in scena, oltre che per la tenacia di Gianni Lombardi e del suo staff che da 29 anni portano avanti questa tradizione ormai conosciuta in tutto il mondo, oltre che per la lungimiranza di Giancarlo Romiti e dello staff di Firenze Marathon, che hanno creduto e investito nella possibilità di riportare un grande evento annuale di atletica a Firenze rinverdendo i fasti del Meeting internazionale che si teneva allo stadio Comunale, poi diventato Franchi, anche grazie ai numerosi sponsor che supportano l’iniziativa. Su tutti Federico Zerneri titolare della Zerneri Acciai S.p.a, che dà il nome al Trofeo che caratterizza la manifestazione, oltre alla consolidata presenza di ASICS quale sponsor tecnico dell'evento.

Per finanziare l´evento, quindi, oltre all´impegno economico di Firenze Marathon, ci sarà la collaborazione di sponsor da sempre vicini all´atletica: la Zerneri Acciai, storico testimonial dell´evento di Desenzano, Asics, azienda leader mondiale nell’abbigliamento sportivo che non ha bisogno di presentazioni, fornitrice ufficiale, tra l’altro, del materiale tecnico della nazionale azzurra. E ancora Conad, partner ormai consolidato di quasi tutte le iniziative legate a Firenze Marathon, a cui sono affiancati tra gli altri anche Celadrin e Ricoh, oltre a Universo Sport, Citti Premiazioni sportive e ai media partner La Nazione, Lady Radio ed RDF.
Grazie anche a loro quindi i fiorentini e gli appassionati avranno occasione di vivere nuovamente a Firenze un importante appuntamento internazionale di atletica leggera.

 

PER RESTARE AGGIORNATI
Aggiornamenti e news in continuo aggiornamento si potranno trovare ai seguenti link: www.fidaltoscana.it, www.firenzemarathon.it, www.multistars.org . La mattina del giorno successivo di gara vi si potranno trovare, tra l’altro, i video emozionali dell’evento, con le immagini più spettacolari, condivisibili sui social network.


Qui l’orario del meeting di prove multiple: http://www.multistars.org/MULTISTARS_2016/a%20Time-table%20Multistars%20%202016%201giornata%20gr%20unico%20-%202giornata%202%20gruppi.pdf

 

Sulla nostra pagina ufficiale di Facebook trovate già la gallery fotografica relativa all'evento. VAI ALLE IMMAGINI

 

Qui il video dell'evento: https://youtu.be/w2z5iJCIBbw

Seguici su

twitter